mercoledì 9 ottobre 2013

SPEZZATINO DI CONIGLIO CON OLIVE TAGGIASCHE E RADICCHIO VARIEGATO DI CASTELFRANCO

Ormai la cucina è tutta contaminazione, chi non ha mai tentato accostamenti stravaganti? Ma se a mia nonna aveste proposto tagliatelle condite diversamente dal tradizionale ragù bolognese, avreste rischiato di farvi internare in un istituto psichiatrico, già sarebbe stato audace un prosciutto e piselli in primavera, sì ai funghi in autunno, ma giusto perchè si viveva in zona di porcini.
Fino a circa 30 anni fa, certi prodotti neanche arrivavano alle nostre tavole, non c'era offerta, se volevi le olive taggiasche, dovevi organizzare un giretto in Liguria e il radicchio variegato di Castelfranco è rimasto a Bologna un sogno fino a pochi anni fa. Io sono stata fortunata, grazie al lavoro di mio padre, sempre a spasso tra una regione e l'altra, ho avuto la possibilità di apprezzare già da bambina certe prelibatezze che mi hanno resa un'adulta con il desiderio di assaggiare di tutto.
E a proposito di olive taggiasche... per il contest di Vaty, ho pensato ad una semplicazione del coniglio alla ligure (qui disossato e privato dei pinoli) ma con l'aggiunta del sopracitato radicchio... un ottimo secondo, me lo dico da sola... forse sarebbe piaciuto anche ai miei avi...


Ingredienti per 2 persone:

1/2 coniglio disossato
2 cucchiai di olive taggiasche denocciolate
6 grandi foglie di radicchio variegato di Castelfranco
1 rametto di rosmarino
2 spicchi d'aglio
Vino bianco secco
Olio extravergine di oliva
Brodo vegetale
Sale e pepe

Tagliate a bocconcini il coniglio.
Scaldate 4 cucchiai di olio extravergine profumandolo con gli spicchi d'aglio e il rametto di rosmarino, unite il coniglio, cuocete per qualche minuto a fiamma alta, sfumate con il vino, lasciate evaporare e aggiungete le olive, abbassate la fiamma al minino, coprite e proseguite la cottura per 50 minuti. 
Se la carne tendesse ad asciugarsi, bagnate di tanto in tanto con del brodo vegetale.
Tagliate a listarelle il radicchio e unitelo al coniglio negli ultimi 3 minuti di cottura, regolate di sale e pepe e servite caldo.

Con questa ricetta partecipo al contest "Contaminazioni" del blog "A thai Pianist" di Vaty:


9 commenti:

  1. Brava! Bel contest, vado a vedere...
    Cris

    RispondiElimina
  2. ciao Sara <3
    l'aspetto è goloso ma il coniglio :'( proprio non riesco + a cucinarlo causa trascorso coniglietto in casa sigh
    in bocca al lupo per il contest di Vaty
    bacio

    RispondiElimina
  3. E' un abbinamento di prodotto tipici regionali. Deve essere molto buono.

    RispondiElimina
  4. un magniico secondo piatto!!!! complimenti!

    RispondiElimina
  5. Carissima sara, ma io adoro il coniglio e sai che spesso cerco un condimento diverso dal solito ? Ora mi appunto questo. Che bella contaminazione tesoro! Grazie cara x aver partecipato! Ricetta inserita :-) in bocca al lupo e un grande bacione cara Sara :**

    RispondiElimina
  6. Grazie ragazze!!!
    Vaty... noi di coniglio ne mangiamo realmente tanto, di ricette te ne passo finchè vuoi... intanto grazie a te per il contest!!

    RispondiElimina
  7. Ciao, arrivo da te grazie al contest "Contaminazioni" al quale anch'io partecipo. Complimenti per il tuo blog, mi sono unita ai tuoi lettori e mi piacerebbe tanto che tu facessi altrettanto.
    A presto,
    Claudia
    http://lacucinadistagione.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia! Sono già passata da te!

      Elimina